Connecting Food si sviluppa sul mercato italiano

Partager cet article

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

La nostra azienda

Connecting Food è un’azienda Foodtech B2B fondata a Parigi nel 2016 da Stefano Volpi (un uomo italiano) e Maxine Roper (una donna inglese). Forte di una solida esperienza nel settore agroalimentare, l’obiettivo della nostra soluzione è rispondere ai bisogni degli attori di filiera rendendo le catene di approvvigionamento più trasparenti e i prodotti tracciati.

Perché abbiamo scelto di sviluppare il mercato Italiano?

Abbiamo clienti in diversi paesi del mondo, in Europa (Francia, Regno Unito, Spagna, Germania…) ma anche negli Stati Uniti. Il mercato italiano è un mercato strategico per noi, poiché i consumatori Italiani prediligono la qualità dei prodotti, rifiutando la standardizzazione. L’Italia è anche uno dei paesi che esporta di più a livello globale, per questo la nostra soluzione rappresenta un asset di valore, sia dal punto di vista di ottimizzazione dei processi interni, ma soprattutto in un’ottica di differenziazione qualitativa del prodotto. Partendo da questi presupposti, abbiamo scelto di aprire un ufficio a Le Village by Crédit Agricole Milano, in modo da essere il più vicino possibile ai nostri clienti e potenziali clienti. Quindi Alessandro Conti, il nostro Country Manager Italia, da Marzo si è installato a Milano per occuparsi dello sviluppo di Connecting Food nel Belpaese.

La nostra soluzione

Connecting Food è una soluzione business adottabile in modalità SaaS (Software as a Service), che permette di sfruttare i dati presenti lungo la supply chain, comunicandoli direttamente al consumatore.

la nostra soluzione
La nostra soluzione

Il nostro prodotto è composto da due moduli tra loro complementari, un modulo B2B e un modulo B2C:

Il modulo B2B

Il modulo B2B è una piattaforma collaborativa che si basa sulla tecnologia blockchain, permette agli attori di filiera di condividere dati/informazioni per monitorare in tempo reale la tracciabilità di ogni lotto di prodotto, dall’origine al prodotto finito. La tracciabilità è la colonna vertebrale del nostro servizio, alla quale abbiamo integrato un modulo proprietario ed innovativo chiamato LiveAudit®. Attraverso i dati, questa funzione riesce a verificare digitalmente la conformità di ogni lotto di produzione alle specifiche prodotto associate. LiveAudit® è ciò che rende la nostra soluzione unica ed è ciò che ci differenzia dai concorrenti. Questa funzione permette di valorizzare gli attori che rispettano le specifiche e, quindi, le promesse del prodotto (BIO, senza OGM, Origine Italia ecc.)

Il modulo B2C

L’altro modulo della soluzione è il modulo B2C, che consente di comunicare ai consumatori le informazioni raccolte nella parte a monte della filiera. Ci agganciamo ai sistemi informativi dei diversi attori di filiera per recuperare i dati in continuo e in tempo reale. Dopodiché, questi dati vengono condivisi tramite un QR code applicabile sul packaging dei prodotti. Il consumatore, scansionando il QR code con la fotocamera dello smartphone, accede alla nostra web-app dove può visualizzare l’origine, il ciclo di vita e il processo produttivo del prodotto che ha tra le mani. A seconda della tipologia di QR Code, bisogna inserire il numero di lotto oppure il numero di lotto può essere già integrato nel QR code.

Una volta inserito il numero di lotto, le informazioni visibili dal consumatore all’interno della web app vengono recuperate direttamente dal modulo B2B della soluzione, quindi sono informazioni verificate, aggiornate e specifiche al singolo lotto di produzione (data di raccolta, geolocalizzazione della parcella agricola, nome dell’agricoltore, trasformazione ecc.).

Grazie alla nostra tecnologia, proponiamo agli attori del settore di intraprendere quella che noi definiamo la transizione dal “Marketing della promessa” al “Marketing della prova” (Marketing basato sui dati).

Come utilizziamo la blockchain?

Una volta verificata la conformità delle informazioni tramite LiveAudit®, i dati vengono registrati in blockchain, che per caratteristiche intrinseche li rende immutabili. Un altro vantaggio derivante dall’utilizzo della blockchain è l’interoperabilità, ovvero la possibilità di comunicare con diversi sistemi.

Blockchain

Impara di più sulla blockchain

L’uso della blockchain, in combinazione con LiveAudit®, permette di ricevere delle allerte in tempo reale nel momento in cui viene rilevata una non conformità lungo la supply chain (all’oggi abbiamo più di 30 criteri di controllo qualità già applicati ma, a seconda delle specificità della filiera in questione, riusciamo a parametrare punti di controllo ad hoc). Questa funzione permette di minimizzare gli sprechi di prodotto industriale, dando la possibilità di reindirizzare un lotto non conforme in una catena di approvvigionamento idonea.

Con quali attori possiamo lavorare?

Lavoriamo con le PMI come con i grandi. La nostra soluzione si adatta a tutti tipi di strutture, da monte a valle della filiera (produttori, cooperative, marche, industriali, rivenditori ecc.). Conosciamo bene le complessità del settore e grazie al nostro sistema facilitiamo il lavoro dei diversi attori coinvolti. Proponiamo un servizio in SaaS che si paga all’utilizzo, questo sistema si adatta alle piccole come alle grandi aziende, in funzione del volume di produzione.

Scopri le testimonanze dei nostri clienti

Use case di LU per illustrare la nostra soluzione:

Questo è un caso reale di uno dei nostri clienti. LU è una marca francese di biscotti che appartiene al Gruppo Mondelez. Questo prodotto in particolare è un biscotto chiamato “Le Véritable Petit Beurre de LU” che, in termini di notorietà, è paragonabile agli Abbracci Barilla. Con loro abbiamo integrato diversi sistemi informativi di molteplici attori di filiera: gli agricoltori, 4 cooperative/organismo di stoccaggio, 2 molini e uno stabilimento. Grazie alla collaborazione di tutte le aziende implicate, riusciamo a garantire la tracciabilità dall’inizio alla fine della supply chain. Oltre alla tracciabilità, verifichiamo la conformità del prodotto alle specifiche del disciplinare “Harmony”, un capitolato con standard molto esigenti riguardo le modalità di coltivazione del grano e il processo produttivo. Infine, i consumatori possono scansionare il QR code presente sul prodotto, inserire il numero di lotto, e scoprire tutto il ciclo di produzione dell’alimento grazie ai dati recuperati dal modulo B2B della soluzione.

Use Case LU, Mondelez con la nostra soluzione
Scarica qui lo use case

Grazie a Federico Morgantini per aver intervistato Stefano Volpi e Alessandro Conti nella sua puntata di Blockchain & Co su BFC Forbes. Ritrovate la trasmissione completa qui: https://bfcvideo.com/2021/05/03/blockchainco-puntata-60/

Se la nostra soluzione vi interessa e volete saperne di più:

Voir plus