BLOG
Published on Agosto 9, 2022

È possibile prevenire i richiami prodotto attraverso soluzioni innovative per la tracciabilità ?

Da quasi 40 anni, gli scandali alimentari imperversano in Europa.
Come abbiamo visto nelle ultime settimane, con il ritiro delle pizze Buitoni (Nestlé), con numerosi prodotti Kinder (Ferrero), nonché con il formaggio Graindorge (Lactalis), possiamo legittimamente porci la seguente domanda: qual è l'impatto di questi casi sui marchi e sulla relativa fiducia dei consumatori?
Image

I consumatori si fidano del loro cibo?

Secondo uno studio condotto da EIT Food su un campione di 20.000 consumatori europei, quasi una persona su due non si fida dell'integrità dei prodotti alimentari. Inoltre, poiché l'impatto degli alimenti sulla salute è sempre stato una delle principali preoccupazioni dei consumatori, l'avvento dell'epidemia da Covid-19 ha intensificato questo fenomeno, creando un vero e proprio senso di “paura” tra i consumatori. Gli scandali alimentari, che hanno un impatto diretto sulla salute, hanno quindi una risonanza molto intensa presso il grande pubblico.

Altro aspetto interessante del rapporto EIT Food Trust è l'aumento della fiducia dei consumatori nel primo anello della catena, gli agricoltori (67%). Purtroppo, tale fiducia diminuisce lungo la catena alimentare (con il 47% per i produttori e le autorità competenti). Le varie fasi della filiera alimentare, spesso complesse, non sono comprese e risultano opache per il consumatore. Questo spiega una maggiore perdita di fiducia da parte dei consumatori, per non parlare dei casi di richiamo di un prodotto.

I produttori sono quindi alla ricerca di una soluzione che renda più trasparente e sicura l'intera catena di produzione, per supportarli in caso di scandalo alimentare e rassicurare i consumatori.

Qual è l'impatto dei richiami prodotto sulle aziende alimentari?

Quando scoppia uno scandalo alimentare, tutte le aziende del settore ne risentono. I consumatori mettono in dubbio la loro fiducia nell'intera industria. Per questo motivo, tutti gli attori dell'ecosistema sono interessati da questi eventi. In caso di ritiro di un prodotto o di uno scandalo sanitario, ogni reparto dell'azienda è coinvolto.

In termini concreti:

  • Il dipartimento supply chain. Si tratta di capire il più rapidamente possibile da dove viene il problema e in quale fase si è verificato. A tal fine, è necessario essere in grado di identificare e localizzare nel negozio i prodotti “viziati” per rimuoverli dagli scaffali velocemente. Se tutte le fasi di lavorazione e movimentazione del prodotto sono ben documentate, lotto per lotto, e se l'azienda dispone di un sistema che le consente di tracciare rapidamente la filiera, l'errore può essere gestito in modo rapido e discreto o addirittura evitato.
  • L’area qualità. Questo tipo di crisi mette in discussione tutte le procedure aziendali. È necessario identificare il punto in cui si è verificato il malfunzionamento e capire come porvi rimedio il più rapidamente possibile, di modo che il problema non si ripeta. Può essere necessario rivolgersi rapidamente ai fornitori se il problema riguarda la loro produzione. Una specifica precisa, che può essere verificata con audit regolari e automatizzati, aiuta a evitare questo tipo di situazione.
  • Il dipartimento marketing. Deve affrontare la situazione e passare alla gestione della crisi. L'obiettivo principale di questo team è quello di trasmettere rapidamente le informazioni al consumatore e quindi di ripristinare la sua fiducia nei valori e nei prodotti. Gli operatori del dipartimento sono in prima linea con i clienti in questo tipo di situazioni e non devono permettere che incidenti di questo tipo offuschino l'immagine del marchio. Più il richiamo richiede tempo, maggiore sarà l'impatto sui clienti finali. È quindi necessario ascoltarli e comunicare bene su questo evento per rassicurarli.
  • L’area Sales. È responsabile della gestione dei rapporti con i distributori per organizzare i richiami e ripristinare la loro fiducia affinché non si pentano di distribuire i prodotti dell'azienda.


Le aziende alimentari sono ovviamente preparate a rispondere a questo tipo di situazioni di crisi, ma l'ideale è evitarle o almeno avere gli strumenti giusti per gestirle nel modo più sereno possibile.

Come può una soluzione di tracciabilità aiutare un'azienda a evitare e gestire uno scandalo alimentare?

La tracciabilità è il miglior alleato delle aziende alimentari. La soluzione Connecting Food, attraverso i suoi vari moduli, può aiutare un'azienda a gestire più facilmente una crisi e, in alcuni casi, persino a evitarla.

L'utilizzo del modulo Live Audit consente di individuare rapidamente eventuali errori nella catena di produzione e di avvisare l'azienda cliente. Se un numero di lotto non è conforme alle specifiche richieste dal cliente, verrà immediatamente riconosciuto prima di essere mescolato con il resto della produzione. In questo modo si evitano scandali di non conformità e si prevengono richiami di massa, perdite considerevoli di prodotti e sprechi alimentari. Un lotto la cui non conformità viene rilevata in tempo può sempre essere reintegrato in un'altra linea di produzione, in modo da non andare perso.

Per aiutare un'azienda alimentare a far fronte rapidamente a uno scandalo, il modulo Live Track identifica eventuali mancanze nella catena di produzione analizzando il Food Twin del prodotto in questione. Il Food Twin è l’equivalente digitale del prodotto alimentare, durante la cui produzione, ogni fase viene registrata e unita alla precedente. Il produttore beneficia di una visibilità in tempo reale della fase attuale e della storia completa di ogni lotto. In questo modo il reparto qualità potrà capire facilmente dove si è verificato il problema, quali sono i numeri di lotto interessati e in quali negozi sono stati distribuiti. In questo modo, i richiami prodotto possono essere molto più mirati, evitando così uno scandalo nazionale.

Infine, grazie alla nostra webapp, Live Scan, è possibile avvisare i consumatori che hanno acquistato un prodotto interessato dal richiamo, impostando un messaggio personalizzato sulla webapp con il numero di lotto interessato. In questo modo, la comunicazione può avvenire direttamente attraverso la confezione del prodotto e raggiungere il consumatore.

Perciò la tracciabilità e la trasparenza in tempo reale sembrano essere la soluzione più efficace per gestire questo tipo di crisi nelle aziende.



Volete saperne di più sulla nostra soluzione?

article contributors
Image
by Paola Mangano

More reading material

Image
Agosto 9, 2022

par Paola Mangano

È possibile prevenire i richiami prodotto attraverso soluzioni innovative per la tracciabilità ?

Da quasi 40 anni, gli scandali alimentari imperversano in Europa.

Image
Aprile 13, 2022

par Paola Mangano

La piattaforma di trasparenza alimentare blockchain Connecting Food consolida la sua presenza nel mercato italiano

Tre mesi dopo aver aperto il primo ufficio internazionale a Milano, Italia, la piattaforma blockchain Connecting Food sarà espositore a CIBUS, mostrando diversi prodotti già tracciati dalla loro soluzione e svelando un nuovo cliente italiano: Palatò Milano.

Image
Aprile 13, 2022

par Paola Mangano

Connecting Food di nuovo presente in Italia per TuttoFood

Une mese fa, abbiamo avuto l’opportunità di participare a CIBUS, una fiera di riferimento nel settore ’agroalimentare italiano. Dopo questa manifestazione, l’ecosistema degli eventi fieristici in presenza è ufficialmente ripartito e Connecting Food coglie questa ripresa per consolidare l’attività di sviluppo in Italia partecipando ad un’altro evento fisico cardine nell’industria, TUTTOFOOD Milano.